I VIAGGI DI MASSIMO E ILARIA
Diari di viaggi e foto da tutto il mondo!

CONTANTI O CARTA DI CREDITO?

Come tutti sanno negli Stati Uniti si usa molto la "plastica" ovvero la carta di credito. ma il soldo contante č duro a morire e molte volte conviene pagare cash. ma come procurarsi i dollari?
Per la mia esperienza č conveniente ritirarli direttamente dagli ATM (i bancomat americani): la tassa che si paga č pari a 5.16 euri, ma il cambio č sicuramente quello ufficiale (e non quello taroccato adottato dalle banche in Italia), ricordate anche che i proprietari che ospitano l'ATM aggiungono una surcharge a quanto ritirate che vale in genere su 2-2.5 dollari indipendentemente dalla somma che ritirate.
A mio avviso pertanto, se si ritirano somme relativamente alte conviene direttamente l'ATM. Ricordate che esiste un limite abbastanza basso (quasi sempre 200 dollari) per ogni withdrawal per cui si può affermare che al di la' del cambio 'vero' (non taroccato come fan le banche!!!) se si ritirano 200 dollari si paga una commissione di 2 dollari + 5.16 euri.
In città gli ATM crescono come funghi, e li trovate in genere negli store che ci sono presso i distributori o anche negli alberghi (non nei motel in genere).
Ricapitolando: se acquistate con carta senz'altro risparmiate (no commissioni e tasso giusto), se ritirate dagli ATM pagate una tassa in Italia (io uso la VISA: 5.16 euri) + una piccola percentuale dedotta dal tizio che ospita l'ATM: non conviene se ritirate somme piccole.
Potete infine ritirare in banca in Italia, ma la mia esperienza personale mi dice che ci si rimette!
Per maggiori info potete dare un occhio a quanto riportato su Wikipedia.

Il 4 Marzo 2008 è nato un nuovo viaggiatore. Benvenuto nel club, Tommaso!

- www6 - top2